auguri di buon anno 2018!

gennaio 2018


febbraio  2018

 Milano, febbraio 2018

Come preannunciato qualche tempo fa,  sono riuscito a portare a termine, nel dicembre 2017, il progetto MWP (Metal Work Panels) CF-104 Starfighter di cui potete vedere in questa stessa pagina, alcune anticipazioni.

Sto lavorando per pubblicare il più presto possibile, la definitiva galleria fotografica dedicata sia ai profili del modello che, alla contestualizzazione, rappresentata dal fotodiorama assemblato con  la riproduzione in alta risoluzione e 3D , dell'interno di un moderno Hangar in scala 1:32 e prodotto dalla israeliana Noy's Pines ( credo esistano anche scale inferiori).

L'effetto ottenuto, è veramente interessante ma per renderlo realmente gestibile e compatibile con le generose dimensioni del modello,  ho apportato personali modifiche al display aumentando del doppio, le misure standard.

 

Il risultato, ottenuto digitalmente con il ricorso ad un servizio esterno professionale (plotter), ha permesso di ricreare un'area veramente  realistica con dimensioni tali,  da potersi  muovere all'interno con il modello ed alcuni accessori ,  senza alcun problema sia dal punto di vista fotografico (posizionando le luci a piacimento)  che modellistico ( senza l'incubo di urtare  e/o danneggiare il modello per insufficienza di spazio di manovra) e dunque realizzare un servizio appropriato al progetto.

 

Il modello CF- Starfighter, viene rappresentato in una fase di transizione "post nucleare "  e dunque,  in completa manutenzione di alcune parti messe di proposito in evidenza, motore General Electric J-79GE 11/A in sostituzione, ala di sinistra in fase di manutenzione, vano paracadute di frenata posteriore aperto per sostituzione, vano per energia alternativa aperto per manutenzione e così per tutte le parti soggette a varie sostituzioni e/o manutenzioni ma soprattutto, data la precisa epoca storica di riferimento (anno 1970) di riarmo del cannone Vulcan M- 61 A (prima assente)  che infatti appare ora alloggiato nel suo vano.

E' importante sottolineare che il prodotto della Noy's Pines ( sorgente) è qualitativamente impressionante, ultra dettagliato e con colori realistici.

Con queste premesse,  dopo aver eseguito  alcune simulazioni al pc e test pratici, ho apportato alcune modifiche al prodotto originale adattandolo alle mie esigenze ovvero aumentando del doppio le misure delle tre fotogrfie HD applicando con un programma di fotoritocco,  l'effetto "mirroring" ed intervenendo con un  leggero aggiustamento nei tagli di congiunzione ed infine, abbassando un poco il viraggio sul magenta dell'originale ottenendo   un file digitale con le tre nuove misure pronto per essere stampato su carta fotografica  in alta risoluzione.

 

Il tutto, è stato portato in un centro specializzato in stampe e, dopo qualche ora, ho potuto ritirare il nuovo materiale riveduto e corretto pronto per essere utilizzato come fotodiorama.

Per quanto attiene al modello, o meglio al progetto realizzato con la tecnica MWP,  che dire,  è stato impegnativo ma estremamente interessante.

Sono molto soddisfatto e l'esperienza che ho avuto il piacere di ricevere nell'affrontare e concludere quest'avventura,  mi conferma ancora una volta, di procedere nella giusta direzione guardando ora con estrema fiducia,  ad altri progetti MWP,  altrettanto meritevoli di interesse e cura.

Alla prossima.

Giorgio

Aprile 2018

jug  " Miss fire & Rozzie geth ii " : i'm back !

 Milano

Questo mese è partito alla grande!

Il progetto  "American Chopper" sta decollando anche se le difficoltà incontrate nell'assemblaggio del kit (  un  indomito trentenne ) non sono state poche.

In effetti, ho dovuto lavorare molto con stuccature e carteggio,  assottigliamento di molte parti e riduzione di rivettature completamente "fuori scala" ovvero troppo evidenti. Inoltre, l”aggiunta di accessori in resina CMK e di fotoincisioni Eduard, non ha certo agevolato il processo.

Al momento, sono soddisfatto del lavoro sin qui svolto e gia’ per la prossima settimana penso di completare il modello Huey H-1D.

In questo mese vorrei anche terminare il progetto "Red 8" ormai fermo da troppo tempo.

Al momento, mi sto divertendo molto con la pubblicazione di una nuova ed aggiornata galleria fotografica  di un vecchio modello che è tornato prepotentemente alla ribalta: P 47-D "Miss Fire".

Per il momento è tutto.

Buona navigazione a tutti.  Giorgio

 

 

 

 

"oops !"

P 47 D "Miss Fire" Trumpeter kit 1:32 scale model (customized)  & The Harley Davidson WLA  (" Rest on motorcycle") MiniArt kit 1:35 scale model
P 47 D "Miss Fire" Trumpeter kit 1:32 scale model (customized) & The Harley Davidson WLA (" Rest on motorcycle") MiniArt kit 1:35 scale model
P 47 D "Miss Fire" & The Harley Davidson WLA  (" Rest on motorcycle") MiniArt kit 1:35 scale model
P 47 D "Miss Fire" & The Harley Davidson WLA (" Rest on motorcycle") MiniArt kit 1:35 scale model

new ultimate gallery

"miss fire": a delicate thunder!

Republic P 47-D Thunderbolt " Miss Fire & Rozzie Geth II "  56 th Fighter Group RAF August 1943 Halesworth England : Capt. Fred Crhistensen -Trumpeter kit 1:32 scale model  (full customized)  & "La Monella" by Legend Productions kit 1:35 scale model
Republic P 47-D Thunderbolt " Miss Fire & Rozzie Geth II " 56 th Fighter Group RAF August 1943 Halesworth England : Capt. Fred Crhistensen -Trumpeter kit 1:32 scale model (full customized) & "La Monella" by Legend Productions kit 1:35 scale model

messerschmitt Bf 110 C/7  "zerstörer 1" "wespengeschwader"

the ultimate gallery 2018: (coming soon!)

Milano, aprile 2018

Bf 110 c/7 " ZERSTÖRER " ( distruttore ) Dragon  kit 1:32,  ho terminato l'ultima galleria fotografica dedicata a questo caccia/bombardiere della Luftwaffe non particolarmente fortunato sia sotto il profilo storico che modellistico ma, secondo il mio personalissimo parere, molto interessante ed accattivante.

Esistono nel sito ( da parecchi anni ) una precedente gallleria fotografica a tema : " The shooting test " dedicata al modello in questione durante la verifica dell’armamento ed un video ( sezione video ) qui invece, ho preferito privilegiare lo stesso, è però, senza alcuna  distrazione a sfondo neutro, per poter apprezzare o criticare il lavoro eseguito intorno ad un kit che seppur datato, rappresenta tutt'ora un buon prodotto nella scala 1:32 e dunque in via quasi esclusiva sul mercato.

Il kit della Dragon (Wing Tech Series) è stato  opzionalmente corredato con il set di fotoincisioni  della BigEd Eduard migliorando così sia le parti interne, esterne  ed il vano carrelli.

Alcuni interventi (ed autocostruzioni)  si sono resi necessari per raggiungere le aspettative ed il risultato ottenuto con le opzioni del vano motore richiudibile e la cover del vano cannoncini anteriore.

Grazie per l’attenzione e buona navigazione.

Giorgio

 messerschmitt Bf 110 C/7  "zerstörer" - dragon kit " wing tech series"  1:32 scale model
messerschmitt Bf 110 C/7 "zerstörer" - dragon kit " wing tech series" 1:32 scale model

Maggio 2018

Milano,  maggio 2018

Il mese si apre con la felice novità di aver terminato la prima parte del progetto "American Chopper"  ovvero,  l'ultimazione del  modello Bell UH-1D Huey  Iroquois proposto nel lontano 2007 dalla Dragon in scala 1:35.

Infatti il progetto in parola,  prevede nella sua seconda parte,  la presenza anche del piccolo ma temibilissimo   0H-6A "Cayuse" omnipresente durante il conflitto svoltosi nel Sud Est asiatico.

Il kit di quest'ultimo modello è proposto sempre dalla Dragon ed in scala 1:35 ed al pari dell' Iroquois, è stato opzionalmente corredato di numerosi ed interessanti accessori.

La terza ed ultima parte sarà invece dedicata alla contestualizzazione dei modelli con  la presenza di figure ed una evocativa immagine della "location"  specifica (Vietnam).

Ora però, è giunto il tempo di rimettere mano ed ultimare il progetto MWP "Red 8 "  ovvero il mitico  Me Bf 109 "Gustav 6" in finitura natural metal  di Kurt Gabler.

Per il momento è tutto, buonissima navigazione ed un ottimo modellismo a tutti .

Giorgio

 


COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

RIPRISTINO COMPLETO DELLE IMMAGINI OSPITATE SUI FORUM DA PARTE DI PHOTOBUCKET!

 

Con una laconica ma diretta mail, è pervenuta l'ufficiale comunicazione da parte del browser di hosting image Photobucket,  del ripristino (verificato) di tutte le immagini ospitate da terze parti (forum) compreso il nostro, in precedenza oscurate con un provvedimento del tutto unilaterale quanto discutibile .

Non possiamo che prendere atto di questa ( seppur tardiva ) decisione strategica più che giusta e meritevole di tutta la nostra approvazione ed attenzione.

Il nostro sito ha  collaborato sin dalla propria creazione ( 2011 ) con Photobucket quale browser di hosting images ( servizio veramente eccellente sotto tutti i profili ) e nonostante quanto è accaduto la scorsa estate (unilaterale oscuramento delle immagini ripristinabili solo a patto di un elevato quanto ingiustificato esborso),  ha sempre confidato in un cambio di tale decisione restando in attesa che i tempi fossero maturi ed ora, eccoci finalmente alla svolta!

Gli archivi fotografici costruiti con spendita di diverso tempo e pazienza, sono stati tutti ripristinati e resi  disponibili a chiunque abbia interesse a consultarli a costo zero come in precedenza.

Ora è possibile ed anche probabile riconsiderare una eventuale ripresa della nostra collaborazione ( valutata anche la proposta di nuovi piani tariffari  effettivamente più vantaggiosi  ) e ritengo, anche di molti altri utenti in fondo, bisogna sempre dare una seconda possibilità .

Giorgio

 

 


giugno 2018

young miniatures 1/10 scale

the flying tigers pilot:

Young Miniatures kit 1/10 scale model

Milano,  giugno  2018

 

 Ebbene sì, anche il sottoscritto ha ceduto al fascino dei mitici busti proposti dalla Young Miniatures: nell'immagine qui accanto, il busto che ho quasi terminato, si riferisce ad un pilota delle "Flying Tigers"  ovvero "Tigri Volanti"  con cui veniva identificato il 1st American Voluteer Group,  gruppo aereo ( tra cui il mitico Curtiss P 40) inviato dagli Stati Uniti d'America nella Cina Nazionalista per fornirle un aiuto materiale nella guerra contro il Giappone,  durante la Seconda guerra mondiale.

Per quanto riguarda il kit proposto dalla Young Miniatures in scala 1/10,  devo semplicemente aggiungere che è superbamente rifinito in resina e super dettagliato: un vero piacere lavorarlo e dipingerlo.

I  pochi pezzi da assemblare si incastrano senza problemi. Per i colori mi sono avvalso dei Valleyo ModelColor acrilici in cinque tonalità diverse per l'incarnato ed avvalendomi del colore mix olio/resina Mussini per le ombreggiature a lavaggio a secco.

Le luci sono state create con il set Flesh Paint della scale 75 ( acrylic colors)

La colorazione è stata data  con aerografo solo come base sul busto (giacca e casco ) ed a pennello (Winsor & Newton) Series 7 a tratto finissimo e fine per i dettagli e la rifinitura.

Gli occhi e  le lenti degli occhiali, sono stati rifiniti con il Future (wax) per ottenere un effetto maggiormente luminoso e realistico.

A lavoro ultimato, ovvero a brevissimo, , sarà pubblicata  una piccola galleria dedicata.

Per il momento è tutto.

Giorgio

 

Young Miniatures resin kit 1:10 scale model - Flying Tigers Pilot
Young Miniatures resin kit 1:10 scale model - Flying Tigers Pilot

un'idea realmente fiammeggiante realizzata direttamente dal:

corpo nazionale dei vigili del fuoco: squadra antincendi aeroportuale


luglio  2018

Milano, luglio 2018

Caldo, caldo e ancora caldo!

Ragazzi l'estate è finalmente arrivata ed il caldo anche.

Beati coloro che possono già andare per lidi assolati ed acque cristalline o verdi monti per rinfrescarsi un poco.

Qui possiamo solo sognare una bella vacanza magari in compagnia della  modella che controlla lo stato avnzamento lavori del progetto "Red 8".

A proposito del "Red 8", voglio anticipare che, salvo intoppi o aumento infernale della temperatura, la conclusione di questo studio dovrebbe coincidere con la fine del mese .

Altra importante notizia ( modellistica) è rappresentata dalla prossima conclusione della seconda parte del progetto " American Chopper " per la serie dei modelli dedicata alla guerra in Vietnam con l'assemblaggio dello Hughes OH-6A Cayuse  della Dragon in scala 1:35

Due parole infine per la serie "Dangerous curves":  simpatici modelli di ragazze in resina spesso prodotte in edizione limitata ed in scala 1:24, 1:32 o 1:35. Oltre a costituire soggetti utili ed interessanti per esercitarsi sull’assemblaggio e pittura dei figurini (tecnica piuttosto complessa), rappresentano una preziosa fonte di ispirazione fotografica ed artistica per il nostro sito.

Erika (quella della foto qui accanto) sarà la nostra prima “ cover girl “ che ci accompagnerà nella presentazione delle novità del sito oppure alla presentazione delle gallerie fotografiche dedicate all’ultimazione di un progetto.

Per il momento è tutto.

Il team di adventurephotomodels 

 

Mercedes Benz /mc laren slr

CMC model 1:18 scale (limited edition):

Master Box kits 1:24 scale models

dangerous curves series !

Milano, luglio 2018

Ho finalmente testato il set n 1  ColorShift Metal distribuito dalla Green Stuff Word.

Ho preferito acquistare il set n.1 in quanto contenente i colori primari dell'ossidazione del metallo e dunque perfettamente adattabili a tutte quelle occasioni modellistiche che richiedono particolari sfumature cangianti, come appunto le ossidazioni del metallo che variano a seconda delle temperature di calore.

Sono sei flaconcini di colore acrilico già dotati di sfera per la miscelazione (ottimo).

Il test che ho eseguito, (dettaglio di una turbina Allison T63-A-5A) sul modello in fase di completamento Hughes OH-6A Cayuse, mi ha veramente soddisfatto ed il risultato finale è stato del tutto convincente. 

Il prodotto viene sicuramente consigliato.

Un test completo verrà eseguito a breve su parti dei propulsori del B-25 Mitchell  in fase di realizzazione in  MWP (Metal Work Panels).

I risultati migliori, a detta delle istruzioni, si ottengono dando sulla superficie interessata, un fondo di nero lucido o satin ( a seconda dell'esigenza) e poi, una leggera spuzzata di colore con l'aeropenna.

 

In questo caso, volendo semplicemente testare il prodotto su una piccola area (scarico della turbina) ho preferito utilizzare dei pennelli  e procedere con la classica tecnica di colorazione ed il risultato (non definitivo) è quello che potete notare nell'immagine qui accanto. Sono visibili i riflessi di diversa colorazione che cambiano a seconda della posizione dell'oggetto colorato.

Come ho accennato all'inizio, l'impiego di questi particolarissimi colori "camaleontici" è nel modellismo (aeronautico) piuttosto modesto ma a volte, risulta veramente utile ed interessante quantomeno, per la comodità di non dover ricreare miscele che comunque non potranno mai cambiare sfumatura a seconda dell'angolazione visuale per la composizione proprietaria del colore utilizzata dalla Colorshift e studiata appositamente per ottenere gli effetti cromatici metallici.

A presto pubblicherò il risultato del test (ad aerografo) che sarà esguito su un modello rivestito in metallo (Aluminum metal tape) debitamente pre-trattato con primer nero (Alclad II o Tamya).

Al momento è tutto, non mi resta che complimentarmi con Green Stuff World  e come sempre, salutarvi con l'augurio di un buon modellismo a tutti.

Giorgio

 

chameleon metal color shift: mirage IIIc SNECMA ATAR 9c

colorshift metal set 1

chameleon metal paints

Green Stuff Word:


agosto 2018

fiat g-50 bis "freccia"

Special Hobby kit (customized) 1:32 scale model

Milano, agosto 2018

Caldo, sempre caldo e ancora caldo. L'estate infuocata sembra non attenuarsi ed allora, sole e palme sembrano più che appropriate al periodo e certamente erano e sono ingredienti presenti nella regione della Cirenaica  (Libia) dove. è ambientata la scena del fotodiorama.

Ho voluto rappresentare ed al contempo condividere un'idea evocativa e commemorativa dedicata a tutti i nostri ragazzi che all'epoca, (inverno 1941 - Castelbenito/ Ben Gashir)  in quel luogo hanno dovuto fare il loro dovere.

L'immagine descrive una situazione di manutenzione pre-volo di un Fiat G-50 bis "Freccia" con messa a punto del motore e riarmo nel campo di aviazione di Castelbenito (Libia).

Il pilota è accompagnato da un altro ufficiale con una "Topolino" Fiat 500 (Model Victoria 1/35 scale) ed il contesto è stato completato con un paio di palme (Model Victoria 1/35 scale) finemente incise su due lastre in PE e tronco con datteri in resina da assemblarsi completamente (ramo x ramo) al fine di poter conferire la foggia e piega desiderata.

Il modello Fiat "topolino" è un piccolo capolavoro di scultura in resina che viene fornita di decals di reparto.

I tre uomini addetti alla manutenzione e riarmo, son  sempre dei figurini (italiani) prodotti da Model Victoria ma completamente modificati ( vestiario corto) ed adattati all'esigenza del contesto.

Il personale di terra così cpme l'ufficiale che accompagna il pilota,  sono sempre in scala 1/35.  Il pilota è pure in scala 1/35 ma, essendomi stato regalato da un carissimo amico, non saprei dire con esattezza il produttore.

I bidoni (appositamente storti ed usurati) sono sempre prodotti da Model Victoria e nella solita scala 1/35.

Il Fiat G-50 Bis della Special Hobby in scala 1:32, è stato assemblato con tutte le modifiche necessarie alla rappresentazioine finale (manutenzione e riarmo) e dunque con il vano motore di sinistra rimosso  per le operazioni manutentive richieste ed il portello delle munizioni completamente ricostruiti così come il portello di accesso di sinistra per consentire la verifica degli strumenti e del motore da parte del personale di terra.

Il kit della Special Hobby non è molto semplice e necessita di molti interventi da parte del modellista. Soporattutto deve essere eseguito un lavoro piuttosto fastidioso di "assottigliamento" di molte parti "a vista" e di ricostruzione per essere più aderente al modello reale.

Nel complesso e considerando che al momento, la SpecialHobby risulta essere l'unica azienda produttrice di questo modello e che in ogni caso, viene corredato di molte parti in resina (motore) finemente incise e di bellissime fotoincisioni (parti interne) non posso che ritenere il kit in esame, un oottimo acquisto e  salve le precedenti considerazioni, da non consigliare ai neo.modellisti.Come sempre, auguro buona navigazione ed un ottimo modellismo a tutti.

MWP (metal work panels) finiture:

 

 

 

Il modelllo è stato rifinito e dettagliato con materiale metallico (lamierino ultrasottile e nastro di alluminio autoadesivo) : i flabelli della capottatura, le guide delle

mitragliatrici così come le coperture para fiamma ed il portello del vano di riarmo sono stati autocostruiti con lamierino da sbalzo e successivamente rivettate in scala. La parte sinistra della fusoliera è stata completamente rivestita con il nastro di alluminio autoadesivo con tecnica MWP e successivamente rivettata, stuccata nella parte finale per non creare altezze differenti ed ottenere  dopo la colorazione, l'effetto di screpolatura metallica molto accentuata visibile nella foto sottostante.

Anche tutta la parte inferiore ha ricevuto il rivestimento metallico per una logica ed appropriata soluzione di continuità.

illustrazione pubblicata esclusivamente a scopo d iriferimento tecnico e storico : Fiat G-50 bis in manutenzione. Usura delle fusoliere.
illustrazione pubblicata esclusivamente a scopo d iriferimento tecnico e storico : Fiat G-50 bis in manutenzione. Usura delle fusoliere.

La scelta di optare a favore della tecnica di rivestimento metallico (MWP) in luogo di una altrettanto validissima precolorazione metallica  ed eventuale successiva applicazione di tecnica di screpolatura (es. miele e sale) tipica sui modelli imbarcati, risiede nel fatto che mercè questa tecnica (MWP) riesco a gestire le parti metalliche in modo molto più naturale e realistico soprattutto quando, come in questo caso, ho dovuto applicare effetti veramente molto usurati al metallo creando effetti di opacizzazione e lucido difficilmente ottenibili con la colorazione classica o aerografica. Ma ripeto, è solo una questione di scelte personali, esperienza e dimestichezza con la tecnica di rivestimento e materiali adatti.

Il mozzo dell'elica, gli anelli delle pale e la base dell'ogiva sono stati autocostruiti  con l'ausilio di tubicini della Albyion in ottone e alluminio in varie scale  mentre per la base dell'ogiva ho reperito una ranella metallica in misura e scala appropriata.


happy summer 2018 to all!

'Nam Series:

"american chopper" project part II

hughes OH-6A Cayuse Dragon kit 1:35 scale model (1993)

version: E-Troop, 1/9 Cav, 1st Cav:Div. (AM) Lai Khe, Vietnam 1970

 Milano, agosto 2018

Temperatura bollente,  afa , umidità e zanzare: ci avviciniamo sempre di più al clima tropicale giusto per entrare in sintonia con quello del Vietnam, scherzo naturalmente!

Siamo in chiusura per la pausa estiva e con molta felicità, sono riuscito a concludere la seconda parte del progetto "American Chopper"  una sorta di rivisitazione ed omaggio  alla infaticabile attività svolta dai protagonisti assoluti del conflitto in Vietnam, ovvero, gli elicotteri  e per conferire  un piccolissimo ma particolare tributo a tutti gli equipaggi  degli “ american chopper “.

La seconda parte del progetto in esame, prevede l'assemblaggio del minuscolo ma temibilissimo Hughes OH-6A Cayuse propostoci dalla Dragon nel lontano 1993  in scala 1:35

Il team di  APM.

 con l'ausilio dei set completi CMK per il comparto motore   (turbina Allison T63-A-5A) pannelli di chiusura del vano motore, parte finale della fusoliera, cannone automatico a sei canne M61 e varie altre parti, tutte rigorosamente realizzate in finissima e super dettagliata resina nonchè del set di dettaglio in fotoincisioni  della Eduard  per terminare con particolari autocosrtuiti  come, solo per citare i più evidenti,  l'apparato laterale lancia missili e le coperture tendi pale a riposo.

La versione scelta è la E TROOP, 1/9 Cav, 1st Cav. Div. (AM)  Lai Khe, Vietnam 1970 . A breve seguirà la galleria fotografica completa ed un articolo sul kit ed accessori.

Per il momento è tutto. Buone vacanze a tutti, a chi parte e soprattutto,a chi resta!.

settembre 2018

vecchi modelli, nuove gallerie:

 

 

 

 

Milano, settembre 2018

come recita il titolo dell'editoriale di questo mese, ho avuto il tempo (finalmente) di riordinare alcune gallerie fotografiche di modelli costruiti anni fa e riproporle sotto una luce del tutto rinnovata ed inedita.

 

 Infatti alcuni modelli, come ad esempio il Corsair oppure il Wildcat  che vedete nelle foto accanto, non sono mai stati pubblicati in un profilo "neutro"  e singolarmente ed ora, dopo aver provveduto ad una accurata pulizia e piccola manutenzione conservativa e restauratrice, ecco riapparire i modelli come ultimati ora!.

 

 

 

Appena possibile, pubblicheremo l'intera galleria dei modelli interessati a questo trattamento in sostituzione o ad integrazione delle fotogallerie già presenti.

 

Va da sè che i progetti in corso d'opera, saranno al più presto ripresi ed ultimati.

 

A tutti, un Ben tornati ed ai più fortunati che sono ancora in vacanza o a chi si accinge a partire, una buonissima  continuazione .

Giorgio

hawker hurricane mk II/c trop

trumpeter kit 1/24 scale model

Settembre 2018

 

L'estate sta finendo ed allora per ricordare a me stesso che ad altre latitudini l'estate è ancora nel pieno del suo vigore, ecco una illustrazione evocativa del sole caldo del Nord Africa con tanto di Hurry versione Trop (Malta cam)  parcheggiato in attesa di partire per una nuova missione.

A parte questo, un ben tornato a tutti coloro che son partiti e ben ritrovato a chi è rimasto a casa.

Da parte mia. le cose da fare sono moltissime mentre il tempo a disposizione per completare i progetti aperti è veramente poco.

Qualche giorno ancora e poi, al rientro, mi dedicherò ad un aggiornamento del sito ed alla prosecuzione e (spero) al completamento dei progetti.

Ora vado a sdraiarmi sotto quella palma che sventola pigra al sole e godermi gli ultimi giorni di vacanza.

Buona navigazione e soprattutto un buon modellismo a tutti.

Giorgio

Hawker Hurricane Mk II/c  Trop version: 126 SQN. RAF inspired on Tà Qali (Malta) based in 1941 - Trumpeter kit 1:24 scale model
Hawker Hurricane Mk II/c Trop version: 126 SQN. RAF inspired on Tà Qali (Malta) based in 1941 - Trumpeter kit 1:24 scale model

ottobre 2018

ravviviamo le nostre foto

Sample animated photo:

Milano, ottobre 2018

Cosa possono fare dei semplici effetti grafici applicati alle nostre foto!

Unico limite, appunto la nostra fantasia. Di certo, mi son divertito veramente un sacco ad applicare dei bellissimi  filtri ed effetti e lavorare sui livelli.

Con dei programmi specializzati in Gif animation, che si possono reperire in rete spesso anche senza spendere somme importanti, risulta veramente facile ed intuitivo lavorare sulle fotografie regalandovi sensazioni del tutto nuove ed inaspettate.

Ora tocca a voi strabiliare i vostri amici con delle foto particolari ( mi raccomando, restate però sul tema) seguendo il  vostro progetto o modello e soprattutto, l'estro della vostra fantasia.

Nell'esempio qui accanto, avendo studiato eed eseguito un progetto relativo alla manutenzione al motorr di un F-18E, ho applicato solo filtri pertinenti a tale problematica.

 

 

Chiaramente, i più smaliziati potranno agire anche sui movimenti di camera e tempi di risposta (lento/veloce), luci ecc. un universo a parte, da perderci la notte ma con risultati realmente entusiasmanti e costi assolutamente abbordabili.

Spero di trovare il tempo di organizzare un'apposita galleria dedicata a queste foto particolari  perchè le idee sono tantissime ma il tempo è invece limitatissimo.

Per il momento è tutto e come sempre un buon moderllismo ed una buona navigazione.

Giorgio.

novembre 2018

Alley Cat Models: Spanish Civil War 1/32 Bf.109 resin conversion set!

Milano, novembre 2018

E' giunta l'ora di aggiornare un vecchio ma,  validissimo modello proposto da Eduard ovvero un Me 109 E-1/7 che ebbi il piacere di costruire diversi anni fa.

Purtroppo, come tutte le cose belle, fortunatamente di rado, capita che si possano accidentalmente rompere, rovinare e pure distruggere.

Fortunatamente nulla di tutto ciò è capitato al povero Emil,  si è semplicemente scollato in varie parti durante una normalissima operazione di pulizia, cose che capitano, soprattutto quando i modelli da manutenere in ordine sono tanti ed il tempo da dedicargli è ridotto al lumicino (se va bene).

Invece di incollarlo per bene, come avrebbe fatto di certo un buon modellista, ho preferito aiutare il destino scollandolo tutto ( credo di possedere un vero talento per disfare i modelli!) e sistemarlo in una nuovissima scatola pronto per essere convertito a nuova vita vestendo i panni di un Bf-109 della guerra civile spagnola (non ho acora scelto l'esatta versione)  secondo il bellissimo set in resina proposto da Alley Cat Models.

Presto verrà aperta sul forum una discussione dedicata a questo modello. Per ora ecco le prime immagini del set di conversione.

A presto e come sempre, buon modellismo e buona navigazione a tutti.

Giorgio

related item:

Bf 109E instrument panel Eduard kit (limited edition) 1/4 scale model

Bf 109E Instrument Panel - Eduard Kit "Limited Edition" 1/4 scale model
Bf 109E Instrument Panel - Eduard Kit "Limited Edition" 1/4 scale model
Messerschmitt Bf-109 "Emil" E-1 - Eduard kit 1/32 scale model  version: "Yellow 11", Artur Beese 9/JG (Caffiers,France August 1941
Messerschmitt Bf-109 "Emil" E-1 - Eduard kit 1/32 scale model version: "Yellow 11", Artur Beese 9/JG (Caffiers,France August 1941

dicembre 2018

MWP: "an american Hustler":

l'avventura continua...........................

Convair B-58 "Hustler" - Revell/Monogram kit (1980)  1:48 scale model based (full customized & detailed)   - MWP ( Metal Work Panels) Project
Convair B-58 "Hustler" - Revell/Monogram kit (1980) 1:48 scale model based (full customized & detailed) - MWP ( Metal Work Panels) Project

Milano, dicembre 2018,

son già trascorsi tre anni da quando ho ultimato il progetto MWP " an american Hustler"  riferito ovviamente al bombardiere strategico Convair B-58  "Hustler" in riedizione dalla Revell attraverso un nuovo box-set ma ancora integrante il modello Monogram anni '80.

Da allora, di acqua ne è passata sotto i ponti, o meglio, di nastro metallico ne è stato usato e se ne sta usando ancora attualmente.

Infatti, sto ormai completando (con varie difficoltà di cui parleremo approfonditamente nella sede appropriata sede) il mitico Bf-109 G-6 " Red 8" in scala 1/32 sempre della Revell (edizione recente) interamente rivestito in metallo, super accessoriato Eduard, Montex, Master barrels ed adeguatamente "trattato" per renderlo "sverniciato",  per poi passare all'assemblaggio quasi completo del "monster kit" B-25 J "the Strafer", in versione "Lady Lil"  sempre in scala 1:32: un vero "must" per la procedura MWP : wip da non perdere per i fans di questa tecnica! e per finire, ultimo ma non ultimo, un caccia "japo", il Nakajima Ki 44.II Type 2 "Tojo", proposto dalla Hasegawa in scala 1/48.

 

Queste sono solo le ultime proposte in lavorazione sulla base della tecnica MWP "c.d. pura" ovvero completa su tutto il modello e senza il ricorso ad altre tecniche di supporto o integrative. Stiamo dunque parlando di rivestimento completo di un modello originariamente prodotto con materiale differente, plastica o resina e trattato alla stessa stregua ovvero con accessori, decals e colori richiesti dalle varie camo o effetti particolari, ma sulla scena prossima ventura ( anno 2019) già si profilano nuovi modelli candidati ad essere ultimati con la tecnica in esame e con essi, le relative nuove difficoltà, sfide e perchè no, avventure, giusto per restare nel tema del sito, per cui, cercate di restare sintonizzati ed in campana, le sorprese a presto non mancheranno.

Per il momento vi auguro buona navigazione e soprattutto buonissimo modellismo.

 

A presto Giorgio.