how to

Canopy :

come riparare il nostro tettuccio da eventuali graffi o piccole abrasioni e dipingerlo ( sfumarlo) secondo le necessità del modello.


tettuccio del Boeing F/A 18E della Tumpeter in scala 1/32 completamente ripulito dalle righe di giunzione, lucidato  ed ambrato
tettuccio del Boeing F/A 18E della Tumpeter in scala 1/32 completamente ripulito dalle righe di giunzione, lucidato ed ambrato

Come sempre, voglio ricordare che i consigli tecnici, sono rivolti non certo ai modellisti esperti ma a coloro che sono agli inizi di questo splendido hobby.  Fatta questa premessa, debbo far presente che purtroppo, non è così raro trovare anche nei kits più blasonati (o che si credono tali) i tettuci (parti assolutamente in bella vista) con l'orribile e temutissima linea di giunzione delle due parti come si vede nelle foto sottostanti:

tutorial:


Per togliere definitivamente queste "linee di giuntura" ( il procedimento vale anche per graffi o segnetti accidentalmente provocati durante il montaggio o trovati nel kit oppure per le sbavature di colla) ci procureremo per prima cosa, una limetta lucidante a tre o quattro fasi per unghie: quella che vi mostro nella foto sopra è una limetta a quattro fasi o steps.

 

LA SABBIATURA:

 

A questo punto, seguiamo delicatamente le avvertenze e con piccoli movimenti strofiniamo dolcemente ( come dire, accarezziamo) solo il centro del tettuccio,  dove si trova la linea di giunzione e dopo qualche secondo controlliamo il risultato di quella prima delicata fase dell'operazione. Il successo sarà determinato dal fatto che al posto dell'orribile linea di giuntura, ci sarà soltanto una leggera striscia opaca ( ecco spiegata la fase della sabbiatura ).

Gli steps o fasi che seguono che possono essere a seconda della lima utilizzata uno o due, servono esclusivamente per ridare al materiale, la sua iniziale integrità e trasparenza: lo stesso risultato potrebbe essere ottenuto anche con la pasta abrasiva e successiva stesura di polish lucidante). Anche per qusto/i ulterie/i passaggi, si consiglia di non insistere troppo per scongiurare il surriscaldamento e la conseguente leggera ma fastidiosa deformazione del materiale plastico.

 

LA RIFINITURA:

 

L'ultimo step o fase della procedura, rigurda la rifinitura vera e propria del tettuccio, ovvero rimetterlo nello stato di lucidatura in cui si trovava prima del nostro intervento. Le lime per unghie, utilizzano allo scopo, una parte interamente dedicata alla lucidatura (di solito è rappresentata da una banda di colore grigio scuro). Procediamo con cura a lucidare la parte e dopo qualche istante, il tettucci apparirà effettivamente lucido e privo dell'inguardabile linea di giunzione.

Per maggiore comodità, proponiamo le fasi sopra descritte, con la procedura illustrata:

1 Sabbiatura
1 Sabbiatura
2. Abrasione fine
2. Abrasione fine
3. Lucidatura
3. Lucidatura
Risultato finale
Risultato finale

LA LUCIDATURA :

 

Per completare al meglio la procedura, bisogna riportare il tettucci alla brillantezza originaria e per fare questo, ognuno ha un proprio metodo o un proprio prodotto.  In questa sessione, propongo la cera liquida meglio conosciuta come "Future" (Future Wax Jhonson) reperibile presso rivenditori specializzati in modellismo ma potete stare tranquilli che ci sono altri prodotti altrettanto validi e di più semplice reperibilità.

Personalmente mi trovo bene a stendere delicatamente ma uniformemete la cera liquida con un pennellino morbido e piatto ( alcuni lo fanno con l'aerografo) solo sulla parte esterna del vetrino. La cera è molto viscosa per cui bisogna veramente prestare molta attenzione alla stesura per non avere striature indesiderate. Una volta stesa la cera, si consiglia di farla riposare ed asciugare almeno un paio d'ore in un luogo asciutto e privo di polvere ( è una vera e propria calamita dei pelucchi e della polvere).

Una volta asciugata, la "magia" è compiuta ed il tettuccio, finalmente si presenta sotto questa nuova ed inedita veste:

FUTURE  wax :


LA PITTURA :

 

Dopo aver completato le fasi precedenti, posso finalmente dedicarmi all'ultima e forse per alcuni aspetti, più delicata fase della procedura (per fortuna, non sempre obbligatoria) ovvero la verniciatura del tettuccio.

Molti velivoli moderni hanno in effetti il tettuccio colorato con delle particolari vernici trasparenti anti riflesso e UV protettive: a parte le rifrazioni polarizzanti catturate dalle macchine fotografiche ( striature violacee/rosse e verdi) il modello posto a base di questa illustrazione l' USN F/A-18E Super Hornet VFA-137 KESTRELS CAG 2011 matr. 165897, presenta una colorazione del tettuccio interamente ambrata (giallo-arancione scuro).

Per ottenere la gradazione quantomeno più vicina all'originale, ho dovuto compiere alcune prove: miscelando un trasparente arancione con un grigio fumo e diluendo il tutto con un clear Tamya, ho ottenuto una miscela che ho steso leggermente con l'aerografo e solo nella parte interna con il seguente risultato:


Sperando di essere stato di qualche interesse, auguro come sempre un buonissimo modellismo a tutti.

Alla prossima.

ottobre 2013

Aquatarkus10