Questo kit,  mi è stato regalato da un amico e hobbista, un motivo in più per dedicare una attenzione particolare al "gattone".

Solitamente non sono molto ispirato dal procedere nella realizzazione di modelli datati ma in questo caso, credo che farò quella eccezione che in generale, si dice confermi la regola.

Perchè mi chiederete voi. Per un semplice motivo, non aspiro farmi venire il mal di testa con allucinanti lavori di vera e propria ricostruzione e conversione.

Dunque se sfida deve essere, non mi lascerò prendere dalla tentazione di lanciarmi ad ordinare alcun accessorio opzionale ( per questo modello, ce ne sono da capogiro e per tutte le tasche)  ma mi affiderò a quanto la mia creatività e l'estro sapranno di volta in volta suggerirmi partendo dal progetto di realizzare il modello " come da scatola " ovvero un F14 A   in forza alla RIAF (Forze aeree iraniane) con mimetica post Iraq war.

Sicuramente, mi aspetta un lavoro indecente di ripannellatura, rivettatura e stuccatura e dunque sarà il caso di riaggiornarci più avanti ed intanto diamo un'occhiata al sottostante WIP.

Ciao a tutti e buon modellismo.

luglio 2011

aquatarkus10

Project F 14/A "Alicat" IRIAF

Immagine pubblicata solo ed esclusivamente a titolo illustrativo fonte: www.aviationgraphic.com

Note storiche: Il Gatto persiano !

 
Senza dubbio il Grumman F14 "Tomcat" è uno dei caccia più famosi ed unico del mondo, ed è noto che un'altra forza, diversa dalla Marina degli Stati Uniti, abbia in passato, acquistato e distribuito Tomcats destinandoli ad operazioni di combattimento.

 
Nel 1974, 5 anni prima della rivoluzione islamica, l'Iran ha infatti acquistato 80 F-14 As (79 consegnati) insieme a centinaia di  
missili AIM-54A "Phoenix" .
Addestrati e assistiti da  personale USA e dallo staff della Grumman,
gli equipaggi  degli"Ali-cats" iraniani  sono diventati operativi dal 1976 e hanno partecipato alla guerra Iran-Iraq.

I records di combattimento effettivo degli "Ali-cats" sono difficili da confermare .
Alcune fonti affermano che equipaggi di "Ali-cats", avrebbero confermato decine di abbattimenti di aerei nemici,  mentre altre fontiavrebbero limitato gli abbattimenti,   ad una mezza dozzina.

I rapporti IRIAF  mostrano la presenza tutt'ora operativa della intera flotta di F-14A mentre in realtà, è probabile che il numero attuale degli Ali-cats effettivamente operativi, si possa ragionevolmente attestare tra le 20 e le 30 unità.

 

Anche sulla manutenzione dei velivoli, vi è stretto riserbo e le notizie appaiono contraddittorie e confuse: alcune fonti segnalano la presenza di tecnologia e personale sovietico mentre altre, parlano di tecnologia propria iraniana.

 

Quale che sia la reale situazione di questi incredibili caccia  non è dato dunque sapere con certezza mentre per converso, rimane  sotto gli occhi di tutti, il fascino indiscusso del Tomcat,  anche nei panni di un bel  " Gatto persiano".

 

Colori e livrea
I Tomcats iraniani in origine possedevano una livrea  ben distinta e colorata "schema Asia minore," FS 34079 verde, FS 30140
bruno e  FS 20400 sabbia gialla, con lato inferiore in  FS 36622 grigio.
Questo schema rilasciato dalla fabbrica (Grumman) ed applicato prima della consegna, è stato utilizzato fino alla metà degli anni 1990.

Ora gli F-14 sopravvissuti, sono stati ridipinti  con una livrea bicolore in tonalità grigio mimetico che sembra assomigliare ai coidici FS 36622 e   FS 35450.

Il segno distintivo IIAF (Imperial Iranian Air Force) è stato trasformato in IRIAF (Islamic Republic of Iran Air Force) dopo la rivoluzione, e pure il il tricolore  è stato modificato in una nuova bandiera - con un simbolo persiano nel mezzo  "Allahu Akbar " rappresentata nella forma band.

 

ARMAMENTO:

Negli "Ali-cats" è presente  il cannone interno 20mm (Vulcan), AIM-9P (modello esportazione di AIM-9J) e AIM-7ES con AIM-54As.
Ma l'arma più minacciosa che gli "Alicats" hanno dispiegato nella regione,  deve essere stata la superba accoppiata del radar AWG-9 con i missili Phoenix : gli aeromobili iracheni, appena si accorgevano di essere stati agganciati dal radar AWG-9, cercavano di ritirarsi e di sfuggire il più rapidamente possibile sganciando in mare tutto quello che avevano per recuperare velocità e sottrarsi ad un destino tristemente segnato.


Nella metà degli anni 1980 sono stai effettuati alcuni tests per adottare l' Hawk surface-to missile aria ed è confermato che gli aeromobili 3-6060 e 3-6073 hanno portato 2 "Skyhawks "montati su piloni alari via LAU 93 con adattatori per l'AIM-54(Phoenix)
Non vi è alcuna prova di serbatoi sganciabili o TARPS  siano stati utilizzati: non  sembra  neppure siano mai essere statoi consegnati.

Per tale motivo, nel modello finale, anche se assemblati, non compaiono i serbatoi sganciabili.

 


Fonte: liberamente tradotto ed adattato da Crossdelta 2007 www.crossdelta.com in :

The Last Active Tomcats : IRANIAN "ALI-CAT" allegato al set di conversione orodotto dalla WolfPackDesigne.



Agosto 2011

 

Verrà ricordato come una delle estati più calde degli ultimi anni : temperatura intorno ai 40 gradi centigradi economia al collasso, governo sul baratro e borse a picco!

Meglio non pensarci e tra un bagno e l'altro (di sudore), mi metto in cuffia Clapton & B.B. King (Riding with the king) a manetta e mi tuffo, con questo swing e con rinnovato entusiasmo,  sopra il datato ma anche splendido kit: non lo so ancora ma così a naso, credo che il "vecchietto", con qualche necessario ritocchino qua e la, possa dire ancora la sua.

Voi che dite, fatemi sapere e come sempre, restate sintonizzati.

Buon modellismo.

aquatarkus10

Marzo 2012 : Il gattone "Ali Cat" è in dirittura d'arrivo.

Rispetto al primo commento fatto a " caldo " l'estate scorsa, debbo fare una rettifica: alla fine ho acquistato il set di conversione IRIAF della WolfPack in quanto veramente splendido, corredato di parti in resina ( effettivamente presenti sui modelli iraniani) relative ai supporti per i missili, antenne, pozzetto del probe e sonda completa ed altri dettagli non meno importanti.

Inoltre va segnalata la presenza nel kit di conversione in commento, di antenne e del tubo di Pitot, in metallo oltre alle decals e stencils complete per rifinire il modello in diverse versioni (sia pre, che post gulf war) persino sperimentale con la splendida tonalità "light grey" (low visibility) infatti scelta dal sottoscritto.

In questi mesi, ho dedicato diverso tempo a questo modello e credo che la maggior parte sia stata dedicata alla parte propedeutica ovvero di preparazione al montaggio finale.



Non nascondo che ho incontrato numerose difficoltà ricollegate all'età del modello ( rilasciato da Tamya circa trentadue anni orsono 1980) o meglio, agli effetti del tempo sul materiale plastico: lievi deformazioni, ritiri, indebolimento sulle parti più sottili al momento del taglio dalla stampata ecc.ecc.

E' chiaro che il risultato alla fine, è collegato ad una perfetta realizzazione motivo per cui, anche se son consapevole di aver comunque commesso errori e/o omissioni, mi ritengo sufficientemente soddisfatto attesa la premessa di cui sopra.

L'intento su questo progetto era quello di sperimentare una applicazione per me del tutto nuova e soltanto immaginata ovvero quella non già di ottenere, come realizzato su altri modelli, un effetto lamiera "stressata" o "usurata" con tutte quelle irregolarità che si possono notare soprattutto in fotografie prese in "controluce" e che sicuramente differenziano il classico modello in plastica da quello "vero" in effetti assemblato con pannelli di lamiera.

So che questa tecnica non è certo una novità e che molti modellisti si sono spinti ben oltre realizzando modelli interamente in metallo e completi sia negli interni che negli esterni di tutti i componenti o quasi, ma io che non sono certo un ingegnere aerospaziale mi  accontento di questo semplice ma efficace accorgimento e lo metto pure a disposizione di tutti nel pieno rispetto della filosofia e spirito di questo sito.

A tal proposito, vi anticipo al momento che seguirà a breve uno specifico articolo nella sezione "How To" intitolata "Effetto lamiera o lamiera d'effetto!" dedicato a questa particolare tecnica che spero di perfezionare sempre di più per renderla maggiormente fruibile anche ai meno esperti.

Il prossimo modello destinato ad usufruire di questa tecnica sarà l'Hawker Tempest MkV recentemente proposto dalla Eduard in scala 1:48 e della cui anticipazione si possono vedere alcuni shots sul Forum di questo stesso sito nella sezione wip.

A presto e buo modellismo a tutti.

aquatarkus10

 

Grumman IRIAF " ALICAT " : l'ultimo F14/As operativo!

Questo modello, rappresenta il punto d'incontro tra il passato ed il presente : un kit di trentadue anni fa (1980 Tamya box winner) con accessori ( set  della WolfPackDesigne necessari per la conversione IRIAF , completo di parti in resina finemente dettagliata, decals specifiche e stencils realizzati in dry transfer, antenne e probe realizzate in metallo e finemente tornite,  tecnica di rifinitura ( reincisione e rivettatura di tutto il modello e rivestimento di pannelli con fogli di metallo anodizzato ultraleggero) ) sperimentata ed attuata con strumenti e materiali oggi disponibili sul mercato ed a quel tempo forse inimmaginabili.

Molte parti del modello sono state modificate ( posizione dei timoni di coda in linea con il carrello di prua) o autocostruite (afterburners, interni del cockpit con rifiniture particolari, del tettuccio, dei pozzetti dei vani carrelli, intakes interni completamente rivestiti in plasticard ) per ottenere maggior dettaglio ed aderenza al modello reale.

Per maggiori info & pics vai al seguente link

Per la colorazione, sono stati rispettati gli standard di riferimento indicati nel set di conversione.

Il progetto "Alicat" ha richiesto per essere completato, circa 10 mesi di tempo ed è stato ultimato nel mese di marzo 2012.

E' stata realizzata una basetta per consentire il servizio fotografico, raffigurante una porzione di pista aeroportuale "immaginaria" e la galleria è stata effettuata con Canon Reflex 300D e filtri aggiuntivi Canon EOS vai qui

 

aquatarkus10


The aftermarket : Grumman F14 /A Iranian "Alicat" Update set (for Tamya 1/32) Wolfpack


Questo kit di upgrade proposto dalla Wolfpack, risulta sicuramente interessante per una adeguata conversione del Tomcat F 14A alla versione iraniana.

In ogni caso, oltre agli stencils (in dry transfer ) e alle decals ( in parte normali ed in parte in dry transfer) il kit comprende  parti ( tubo di pitot, probe ecc.) in metallo tornito mentre il comparto di rifornimento, ( vano, sonda e portello )i piloni portamissili ed antenne varie, sono realizzati in resina.